12.07.2017 – Decreto obbligo defibrillatori per società sportive non agonistiche

In vigore dal 1° luglio il decreto congiunto tra Ministro della Salute e dello Sport, circa l’obbligo di dotarsi di defibrillatori per le attività sportive dilettantistiche

Il decreto 26 giugno 2017, precisa alcuni aspetti attuativi sulla dotazione e utilizzo di defibrillatori e di altri dispositivi salvavita da parte di società sportive non agonistiche.

Questo in sintesi il contenuto del decreto ministeriale (pubblicato in G.U. Serie Generale, n. 149 del 28 giugno 2017):

  • ogni impianto sportivo deve essere dotato di un defibrillatore semiautomatico o a tecnologia più avanzata,
  • prima dell’inizio delle gare, vige l’obbligo per i referenti incaricati, di accertare la presenza del dispositivo salvavita, la manutenzione e il funzionamento dello stesso,
  • nel corso delle gare deve essere presente una persona formata all’utilizzo del dispositivo salvavita,
  • gli obblighi gravano in capo a tutte le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano una delle 396 discipline riconosciute dal Coni. (Vedi delibera 20 dicembre 2016, n. 1566 del Consiglio Nazionale del Coni).

Sono escluse dall’obbligo di dotazione del defibrillatore e dalla presenza obbligatoria del personale formato durante le gare:

  • le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano la propria attività al di fuori di un impianto sportivo,
  • le società o associazioni sportive dilettantistiche che praticano sport a ridotto impegno cardiocircolatorio. Alcuni esempi: bowling, bocce, dama e freccette.

 

Gruppo SOI - Divisione SIAL - Via Brofferio 3, 10121 Torino - Tel. 011 5623454 - Fax. 011 5629090 - P. IVA 02774280016