Corso di aggiornamento per chi riveste il ruolo di RSPP o ASPP

 

Il corso fornisce la formazione obbligatoria prevista dall’art. 32 del D.Lgs.81/08 e Accordo Stato-Regioni 7 luglio 2016, che sostituisce completamente il precedente Accordo Stato-Regioni 26 Gennaio 2006 ad un anno dall’entrata in vigore della nuova versione, avvenuta il 3 settembre 2016.

La normativa impone a RSPP e ASPP un aggiornamento quinquennale del Modulo B del corso base, il cui programma specifico è correlato alla natura dei rischi determinati dal luogo di lavoro e dall’attività svolta, secondo la classificazione ATECO.

L’Accordo fissa un minimo di 40 ore di formazione per RSPP e di 20 ore per ASPP nell’arco del quinquennio a partire dal termine del Modulo B precedente; tale obbligo è valido per tutti i settori ATECO.

Sono previste, in caso di aggiornamento mancato o parziale, immediato decadimento dei requisiti e della nomina di RSPP o ASPP e sanzioni per il Datore di Lavoro.

La nostra offerta prevede corsi di formazione mirata in cinque ambiti, ciascuno dei quali ha durata minima di 4 ore. E’ possibile iscriversi a un singolo corso o a una qualsiasi combinazione di essi, in base alle esigenze del cliente. I corsi offerti sono:

► RISCHIO RUMORE E VIBRAZIONI

► RISCHIO ATEX ATMOSFERE ESPLOSIVE

► RISCHIO ELETTRICO

► NORMATIVA APPARECCHI IN PRESSIONE E DI RISCALDAMENTO

► SPAZI CONFINATI (TEORICO/PRATICO)

Alla fine della lezione verrà effettuato un test di verifica dell’apprendimento, al superamento del quale verrà consegnato l’Attestato individuale ad ogni partecipante.

 

CONTATTI

GRUPPO SOI S.p.A. – Divisione SIAL 

Tel. (011) 562 34 54 / 562 36 38 / 562 34 88

sialconsulenza@sialsicurezzalavoro.it

 

Iscriviti online al corso

Richiedi informazioni

Scarica il programma del corso

 

Corso di formazione per Datori di Lavoro che svolgano anche il ruolo di RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione)

 

Il corso di formazione si rivolge ai Datori di Lavoro, appartenenti ad aziende classificate a rischio basso, medio o alto, che intendono svolgere i compiti propri del Servizio di Prevenzione e Protezione. Durante il percorso formativo verranno illustrati i principali rischi specifici presenti nei settori a rischio basso, medio o alto, in particolare quelli connessi allo svolgimento della specifica attività lavorativa.

Il corso fornisce la formazione obbligatoria come da art. 34 del D.Lgs. 81/2008 e nelle condizioni delineate dall’Articolo 2 dello stesso decreto.

La durata è in funzione di 3 livelli di rischio, individuati in base al settore ATECO:

  • rischio basso: 16 ore
  • rischio medio: 32 ore
  • rischio alto: 48 ore

La durata del corso di aggiornamento è in funzione di 3 livelli di rischio, individuati in base al settore ATECO:

  • rischio basso: 6 ore
  • rischio medio: 10 ore
  • rischio alto: 14 ore

 

Periodicità dell’aggiornamento: ogni 5 anni.

I contenuti minimi del programma del corso sono descritti nell’accordo del 21/12/2011 approvato in sede di conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Provincie autonome di Trento e Bolzano.

 

ARGOMENTI DEL CORSO

Modulo 1. Normativo – giuridico

  • Il sistema legislativo in materia di sicurezza del lavoratore
  • La responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa
  • La “responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni, anche prive di responsabilità giuridica” ex D.Lgs n. 231/2001, e s.m.i.
  • Il sistema istituzionale della prevenzione
  • I soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D.Lgs. 81/08:compiti, obblighi, responsabilità
  • Il sistema di qualificazione delle imprese

Modulo 2. Gestionale: gestione ed organizzazione della sicurezza

  • I criteri e gli strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi
  • La considerazione degli infortuni mancati e delle modalità di accadimento degli stessi
  • La considerazione delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori
  • Il documento di valutazione dei rischi (contenuti, specificità e metodologia)
  • I modelli di organizzazione e gestione della sicurezza
  • Gli obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera o di somministrazione
  • Il documento unico di valutazione dei rischi da interferenza
  • La gestione della documentazione tecnico amministrativa
  • L’organizzazione della prevenzione incendi, del primo soccorso e della gestione delle emergenze

Modulo 3. Tecnico: individuazione e valutazione dei rischi

  • I principali fattori di rischio e le relative misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione
  • Il rischio da stress lavoro-correlato
  • I rischi ricollegabili al genere, all’età e alla provenienza da altri paesi
  • I dispositivi di protezione individuale
  • La sorveglianza sanitaria

Modulo 4. Relazionale: formazione e consultazione dei lavoratori

  • L’informazione, la formazione e l’addestramento
  • Le tecniche di comunicazione
  • Il sistema delle relazioni aziendali e della comunicazione in azienda
  • La consultazione e la partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza

Verifica finale

 

ARGOMENTI DEL CORSO DI AGGIORNAMENTO

Il corso tratta i seguenti ambiti:

  • approfondimenti tecnico-organizzativi e giuridico-normativi
  • sistemi di gestione e processi organizzativi
  • fonti di rischio, compresi i rischi di tipo ergonomico
  • tecniche di comunicazione, volte all’informazione e formazione dei lavoratori in tema di promozione della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro

 

RELATORI

Il corso è tenuto da docenti qualificati esperti nel settore.

 

MATERIALE DIDATTICO

I corsi si svilupperanno con l’aiuto di specifici sussidi audiovisivi al fine di facilitare il miglior apprendimento delle tematiche. Il materiale didattico verrà rilasciato ai partecipanti su supporto informatico.

 

DURATA

Il corso ha una durata di 16, 32 o 48 ore a seconda del livello di rischio (basso, medio o alto) identificato per l’azienda dal codice ATECO 2002. La verifica di apprendimento finale si svolge per iscritto al di fuori di questi orari.

Il corso di aggiornamento ha una durata di 6, 10 o 14 ore a seconda del livello di rischio (basso, medio o alto) identificato per l’azienda dal codice ATECO 2002. La verifica di apprendimento finale si svolge per iscritto al di fuori di questi orari.

 

SEDE

Il corso si effettua presso la nostra sede di Via Brofferio 3 a Torino (vicino piazza Solferino, fermata metro Re Umberto).

Richiedi un corso presso la tua sede

 

PREREQUISITI

Nessuno.

 

ATTESTATO DI FREQUENZA

Ad ogni partecipante che avrà frequentato il 90% delle ore previste dello specifico corso, verrà rilasciato un Attestato di partecipazione previo superamento del test di verifica finale.

 

CONTATTI

GRUPPO SOI S.p.A. –  Divisione SIAL
Tel. (011) 562 34 54 / 562 36 38 / 562 34 88
sialconsulenza@sialsicurezzalavoro.it

 

Iscriviti online al corso

Richiedi informazioni

Scarica il programma del corso

 

 

Corso per chi svolge, in veste ufficiale o di fatto, le mansioni di preposto

 

Il corso per Preposti fornisce la formazione obbligatoria prescritta dall’art.15 del “Testo Unico” sulla Sicurezza sul Lavoro D. Lgs. 81/08 e s.m.i., e dall’Accordo del 21/12/2011, in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato le Regioni e le Province Autonome.

Il corso si rivolge a tutti coloro che svolgono il ruolo di Preposto, anche senza incarico formale: in particolare capisquadra, capiturno, responsabili di funzione, servizio, area o settore,  capireparto, capisala, capicantiere etc., e in generale tutti coloro che ricoprono una posizione di preminenza rispetto ad altri lavoratori, tale da poter impartire ordini, istruzioni o direttive nel lavoro da eseguire.

Al fine di espletare gli adempimenti della normativa attuale, tale corso è da considerarsi integrativo e non sostitutivo dei corsi relativi alla Formazione Generale e Specifica dei Lavoratori, così  come prevista  nell’Accordo Stato – Regioni del 21/12/11. Questi ultimi sono quindi da aggiungersi alla formazione obbligatoria per il Preposto.

Periodicità dell’aggiornamento: ogni 5 anni.

 

ARGOMENTI DEL CORSO

Dopo un breve cenno alla normativa in vigore sulla Sicurezza sul Lavoro, il corso si focalizza sui seguenti argomenti:

  • Principali soggetti dei sistemi di prevenzione aziendale: compiti, obblighi, responsabilità
  • Relazioni tra i vari soggetti interni ed esterni del sistema di prevenzione
  • Definizione e individuazione dei fattori di rischio
  • Incidenti e infortuni mancati
  • Tecniche di comunicazione e sensibilizzazione dei lavoratori, in particolare neoassunti, somministrati, stranieri
  • Valutazione dei rischi dell’azienda, con particolare riferimento al contesto in cui il preposto opera
  • Individuazione e misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione
  • Modalità di esercizio della funzione di controllo dell’osservanza da parte dei lavoratori delle disposizioni di legge e aziendali in materia di sicurezza e salute sul lavoro, e di uso dei mezzi di protezione collettivi e individuali messi a loro disposizione.

Verifica finale

 

ARGOMENTI DEL CORSO DI AGGIORNAMENTO

Come previsto dall’art. 37 comma 7 del D.Lgs. 81/08, i preposti ricevono un aggiornamento periodico in relazione ai propri compiti in materia di salute e sicurezza del lavoro. I contenuti comprendono:

  • Principali soggetti coinvolti e relativi obblighi
  • Definizione e individuazione dei fattori di rischio
  • Valutazione dei rischi
  • Individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione

Verifica finale

 

RELATORI

Il corso è tenuto da docenti qualificati con esperienza nel settore.

 

MATERIALE DIDATTICO

I corsi si svilupperanno sulla base di specifici sussidi audiovisivi predisposti al fine di facilitare il miglior apprendimento delle tematiche oggetto delle lezioni. Il materiale didattico verrà rilasciato ai partecipanti su supporto informatico.

 

DURATA

Il corso ha una durata di 8 ore.

Il corso di aggiornamento ha una durata di 6 ore.

La verifica finale si svolge per iscritto e al di fuori dell’orario di cui sopra.

 

SEDE

Il corso si tiene presso la nostra sede di Via Brofferio 3 a Torino (vicino  piazza Solferino, fermata metro Re Umberto).

E’ prevista la possibilità di effettuare il corso presso la propria sede aziendale.

Richiedi il corso presso la tua sede

 

PREREQUISITI

Nessuno.

 

ATTESTATO DI FREQUENZA

Ad ogni partecipante che avrà frequentato tutte le ore del corso, verrà rilasciato un attestato di partecipazione previo superamento del test di verifica finale.

 

CONTATTI

GRUPPO SOI S.p.A. – Divisione SIAL

Tel. (011) 562 34 54 / 562 36 38 / 562 34 88

sialconsulenza@sialsicurezzalavoro.it

 

Iscriviti online al corso

Richiedi informazioni

Scarica il programma del corso

 

 

Corsi di formazione per lavoratori generale e specifica con durata variabile in base al settore ATECO dell’azienda

 

I nostri corsi di formazione per lavoratori forniscono la formazione generale e specifica obbligatoria prescritta dal “Testo Unico” sulla Sicurezza sul Lavoro D. Lgs. 81/08 e s.m.i. e dall’Accordo del 21/12/2011, in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome. Secondo tale normativa tutti i Lavoratori devono effettuare i seguenti corsi:

  • Corso di formazione “Generale” di 4 ore
  • Corso di formazione “Specifica” di 4, 8 o 12 ore, in funzione dell’attività dell’azienda (classificabile come a rischio basso medio o alto, individuato dal settore ATECO – per ulteriori informazioni rimandiamo alla nota finale).
  • Corso di aggiornamento di 6 ore ogni 5 anni.

Precisiamo che qualora il lavoratore svolga mansioni particolari (manutenzione impianti elettrici, lavori in spazi confinati,ecc.) oppure usufruisca di attrezzature per cui il D.Lgs. n. 81/08 prevede attività formativa specifica (es, ponteggi, utilizzo mezzi di sollevamento,ecc.) il lavoratore dovrà frequentare ulteriori corsi.

 

ARGOMENTI DEL CORSO DI FORMAZIONE GENERALE (4 ORE)

  • Concetti di rischio
  • Danno
  • Prevenzione
  • Protezione
  • Organizzazione della prevenzione aziendale
  • Diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali
  • Organi di vigilanza, controllo e assistenza.

  Verifica finale

 

ARGOMENTI DEL CORSO DI FORMAZIONE SPECIFICA (4-8-12 ORE)

Verranno affrontati i seguenti rischi e le misure di prevenzione e protezione relative. La trattazione dei rischi sarà declinata secondo la loro effettiva presenza nel settore di appartenenza dell’azienda e dalla specificità del rischio.

  • Rischi infortuni
  • Meccanici ed elettrici generali
  • Macchine e attrezzature
  • Cadute dall’alto
  • Rischi da esplosione
  • Rischi chimici
  • Nebbie, oli , fumi, vapori e polveri
  • Etichettatura
  • Rischi cancerogeni
  • Rischi biologici
  • Rischi fisici
  • Rumore, Vibrazioni, Radiazioni
  • Microclima e illuminazione
  • Videoterminali
  • DPI organizzazione del lavoro
  • Ambienti di lavoro
  • Stress lavoro correlato
  • Movimentazione manuale dei carichi
  • Movimentazione merci (apparecchi di sollevamento, mezzi trasporto)
  • Segnaletica
  • Emergenze
  • Procedura di sicurezza con riferimento al profilo di rischio specifico
  • Procedure esodo e incendi
  • Procedure organizzative di primo soccorso
  • Incidenti e infortuni mancati
  • Altri rischi.

  Verifica finale

ARGOMENTI DEL CORSO DI AGGIORNAMENTO

  • Approfondimenti giuridico-normativi
  • Aggiornamenti tecnici sui rischi ai quali sono esposti i lavoratori
  • Aggiornamenti su organizzazione e gestione della sicurezza in azienda
  • Fonti di rischio e relative misure di prevenzione

Verifica finale

 

RELATORI

I corsi di formazione per lavoratori  sono tenuti da docenti qualificati con esperienza nel settore.

 

MATERIALE DIDATTICO

I corsi si svilupperanno sulla base di specifici sussidi audiovisivi predisposti al fine di facilitare il miglior apprendimento delle tematiche oggetto delle lezioni. Il materiale didattico verrà rilasciato ai partecipanti su supporto cartaceo.

 

DURATA

Corso di Formazione “Generale”: 4 ore

Corso di Formazione “Specifica”: 4 ore – Rischio Basso

                                                        8 ore – Rischio Medio

                                                        12 ore – Rischio Alto

Corso di aggiornamento : 6 ore

Le verifiche finali si svolgono per iscritto e al di fuori degli orari di cui sopra.

 

SEDE

I corsi di formazione per lavoratori si effettuano presso la nostra sede di Via Brofferio 3 a Torino (vicino piazza Solferino, fermata metro Re Umberto).

E’ prevista la possibilità di effettuare i corsi presso la propria sede aziendale.

Richiedi il corso presso la tua azienda

 

ATTESTATO DI FREQUENZA

Ad ogni partecipante che avrà frequentato il 90% delle ore previste dello specifico corso, verrà rilasciato un Attestato di partecipazione previo superamento del test di verifica finale.

 

ISCRIZIONI

Per l’iscrizione ai corsi è possibile utilizzare i moduli riportati nel Pdf, contenenti modalità e tariffe, oppure contattarci ai riferimenti sottostanti.

Per l’iscrizione al CORSO DI FORMAZIONE SPECIFICA – RISCHIO MEDIO/ALTO (8/ 12 ore), essendo personalizzabile in funzione dell’attività dell’Azienda e delle mansioni dei partecipanti, si prega di contattare direttamente SIAL; verrà emesso un preventivo specifico, in base anche al numero dei partecipanti.

 

CONTATTI

GRUPPO SOI S.p.A. – Divisione SIAL 

Tel. (011) 562 34 54 / 562 36 38 / 562 34 88

sialconsulenza@sialsicurezzalavoro.it

NOTA INFORMATIVA

Tabella indicativa per la determinazione del livello di rischio

RISCHIO
ATTIVITÀ
ALTO
Estrazioni – Altre industrie estrattive – Costruzioni – Industrie Alimentari ecc. – Tessili, Abbigliamento – Conciarie, Cuoio – Legno – Carta, editoria, stampa – Minerali non metalliferi – Produzione e Lavorazione metalli – Fabbricazione macchine, apparecchi – meccanici – Fabbricazione macchine app. elettrici, elettronici – Autoveicoli – Mobili – Produzione e distribuzione di energia elettrica, gas, acqua – Smaltimento rifiuti- Sanità – Raffinerie – Trattamento combustibili nucleari – Industria chimica, Fibre – Gomma, Plastica
MEDIO
Pubblica amministrazione – Istruzione – Servizi sociali – Agricoltura e Pesca – Trasporti, Magazzinaggio
BASSO
Alberghi, Ristoranti – Assicurazioni – Immobiliari, Informatica – Ass.ni ricreative, culturali, sportive – Servizi domestici – Organizzazioni Extraterritoriali – Commercio ingrosso e dettaglio – Attività Artigianali non assimilabili alle precedenti (carrozzerie, riparazione veicoli – lavanderie, parrucchieri, panificatori, pasticceri, ecc.) – Comunicazioni

 

 

Iscriviti online al corso

Richiedi informazioni

Scarica il programma del corso

 

 

Corso rivolto ai lavoratori incaricati della conduzione di carrelli elevatori

 

Il corso fornisce la formazione obbligatoria prevista dal D. Lgs. n. 81/2008 e s.m.i. art. 73, c. 5 e dall’Accordo Stato-Regioni 22 febbraio 2012.

L’obiettivo prefissato è quello di far comprendere le procedure di preparazione, manutenzione e conduzione del mezzo, finalizzate allo sviluppo delle competenze e conoscenze necessarie alla conduzione in sicurezza dei carrelli elevatori, all’identificazione dei pericoli che si possono incontrare durante lo svolgimento della propria mansione e all’apprendimento delle norme essenziali di prevenzione.

Il corso è suddiviso in una parte teorica di 8 ore e in una parte pratica di 4 ore. La parte pratica è differente a seconda del tipo di carrello elevatore di interesse:

  • Carrelli Industriali semoventi (4 ore)
  • Carrelli semoventi a braccio telescopico (4 ore)
  • Carrelli/sollevatori/elevatori semoventi telescopici rotativi (4 ore)

 

Periodicità dell’aggiornamento: ogni 5 anni.

 

ARGOMENTI DEL CORSO

Il corso si suddivide nei seguenti moduli, secondo quanto previsto dalla normativa di cui sopra:

1. Modulo Giuridico – normativo (1 ora)

  •      Normativa generale

2. Modulo Tecnico (7 ore)

  •      Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di veicoli per il trasporto interno
  •      Componenti generali dei carrelli
  •      Altre tipologie di carrelli
  •      Principali rischi connessi all’impiego di carrelli semoventi
  •      Segnaletica
  •      Dispositivi di protezione individuale
  •      Nozioni elementari di fisica
  •      Le condizioni di equilibrio
  •      Sistemi di ricarica delle batterie
  •      Sistemi di protezione attiva e passiva
  •      Dispositivi di comando e di sicurezza
  •      Controlli e manutenzioni
  •      Procedure di movimentazione
  •      Guida sicura
  •      Comandi e trasporto
  •      Sosta temporanea

3. Modulo Pratico:

  •      Illustrazione componenti e sicurezze
  •      Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche
  •      Guida del carrello su percorso di prova (manovre a vuoto e a carico)

Verifica finale

 

ARGOMENTI DEL CORSO DI AGGIORNAMENTO

Il corso di aggiornamento ha una durata minima di 4 ore, di cui almeno 3 ore relative agli argomenti del modulo pratico.

 

RELATORI

Il corso è tenuto da docenti qualificati con esperienza nel settore.

 

DURATA

La terza parte del corso prevede una scelta mirata dei tipi di carrello elevatore su cui concentrare le esercitazioni pratiche, per un minimo di un modulo e un massimo di tre. Di conseguenza il corso può avere durata di 12, 16 o 20 ore.

 

SEDE

Il corso si effettua presso presso la sede del cliente.

 

Richiedi il corso presso la tua sede

 

ATTESTATO DI FREQUENZA

Previo superamento dei test di verifica finali pratici e teorici, ad ogni partecipante verrà consegnato un attestato di partecipazione rilasciato da AiFOS ed inserito nel registro nazionale della formazione.

 

CONTATTI

GRUPPO SOI S.p.A. – Divisione SIAL 

Tel. (011) 562 34 54 / 562 36 38 / 562 34 88

sialconsulenza@sialsicurezzalavoro.it

 

Iscriviti online al corso

Richiedi informazioni

Scarica il programma del corso

 

 

Il corso PES/PAV si rivolge a chi opera su o in prossimità di impianti elettrici sotto tensione in BT (bassa tensione) e fuori tensione in AT (alta tensione) e BT.

 

Il corso fornisce la formazione obbligatoria prescritta dal Testo Unico (art 82 e ss.). Le norme CEI EN 50110-1 e CEI EN 50110-2 (rif. CEI 11-48 e 11-49), norme quadro per “L’esercizio degli impianti elettrici”, definiscono le regole che devono essere osservate durante l’esecuzione di lavori nei quali l’operatore può essere esposto a rischi elettrici. La norma CEI 11-27 “Lavori su impianti elettrici” ha l’obiettivo di individuare i soggetti coinvolti, la loro formazione e addestramento, per eseguire in sicurezza i lavori elettrici. Sulla base della norma CEI 11-27 e delle altre normative applicabili, è stato realizzato questo corso di formazione per l’esecuzione dei lavori elettrici, al fine di consentire al datore di lavoro di attribuire le qualifiche per l’esecuzione dei lavori elettrici. Lo scopo del corso è fornire gli elementi di completamento alla preparazione del personale che svolge lavori elettrici, con particolare riguardo all’acquisizione delle necessarie conoscenze teoriche e delle modalità di organizzazione e conduzione dei lavori, anche con esempi descrittivi di lavori riconducibili a situazioni impiantistiche reali.

L’aggiornamento è strettamente consigliato in particolare in occasione di cambi di normativa o di mansione. La durata del corso di aggiornamento varia in funzione delle necessità dell’azienda.

 

PROGRAMMA

Prima giornata

Mattino:

Registrazione partecipanti e presentazione del corso

Test preliminare

  • Verifica iniziale delle conoscenze in materia di elettrotecnica e di impianti elettrici
  • Pericoli elettrici e concetti di sicurezza, rischio e rischio accettabile
  • Corrente elettrica e corpo umano: la curva di sicurezza
  • Concetti di parte attiva, massa, massa estranea e dispersore
  • Concetto di contatto diretto e indiretto

Pomeriggio:

  • La curva di sicurezza per i guasti sulla media tensione
  • La protezione contro i contatti diretti
  • Lo stato del neutro per i sistemi di distribuzione dell’energia in bassa tensione
  • La protezione contro i contatti indiretti mediante interruzione automatica dell’alimentazione
  • La protezione contro i contatti indiretti senza interruzione automatica dell’alimentazione
  • Gli ambienti a maggior rischio elettrico

Seconda giornata

Mattino:

  • La legislazione d’interesse riguardante i lavori elettrici: il D.Lgs 81/08 e il D.M. 37/08
  • Definizioni di lavoro elettrico e lavoro non elettrico, lavoro in tensione, fuori tensione ed in prossimità di parti attive
  • “Zona di lavoro”, piano di lavoro e piano di intervento
  • Le figure professionali: persona esperta e avvertita, persona idonea, responsabile d’impianto e preposto ai lavori
  • I requisiti formativi per le persone esperte e avvertite
  • Le figure professionali coinvolte

Pomeriggio:

  • Preparazione dell’intervento: la zona di lavoro
  • Trasmissione delle informazioni
  • Le procedure per l’esecuzione in sicurezza dei lavori elettrici in tensione, fuori tensione ed in prossimità di parti attive
  • Le condizioni ambientali
  • Attrezzi dispositivi ed equipaggiamenti per i lavori sotto tensione
  • Luoghi particolari: la ricarica delle batterie e i luoghi con pericolo di incendio e esplosione.

Verifica finale

 

DESTINATARI

Il corso si rivolge agli installatori, ai manutentori, e a quanti svolgono un’attività per la quale è necessario eseguire lavori su impianti elettrici, sia fuori tensione, sia sotto tensione, con una tensione pari anche a 1000 V in c.a. ed a 1500 V in c.c., sia lavori in prossimità di impianti ad alta tensione.

 

RELATORI

Il relatore è laureato in Ingegneria Elettrica, esperto nella formazione PES/PAV e membro del S.C. 31J del Comitato Elettrotecnico Italiano.

 

MATERIALE DIDATTICO

I corsi si svilupperanno sulla base di specifici sussidi audiovisivi predisposti al fine di facilitare il miglior apprendimento delle tematiche oggetto delle lezioni.

 

DURATA

Il corso ha durata di 16 ore, più la prova di apprendimento finale.

Il corso di aggiornamento ha durata di 4 o 6 ore, più la prova di apprendimento finale.

 

SEDE

Il corso si effettua presso la nostra sede di Via Brofferio 3 a Torino (vicino piazza Solferino, fermata metro Re Umberto).

E’ prevista la possibilità di effettuare il corso presso la propria sede aziendale.

Richiedi il corso presso la tua sede

 

PREREQUISITI

I partecipanti al corso devono già possedere una reale esperienza pratica e almeno una generica formazione di elettrotecnica e di impiantista elettrica.

 

ATTESTATO DI FREQUENZA

Ad ogni partecipante che avrà frequentato tutte le ore del corso verrà rilasciato un Attestato di partecipazione, previo superamento del test di verifica finale. Al termine del corso verrà inviata al datore di lavoro una relazione con l’esito del test finale.

Il datore di lavoro, sulla scorta di quanto indicato sulla lettera e sulla base degli altri elementi già in suo possesso (grado di esperienza nei lavori, su impianti elettrici fuori tensione o in prossimità, e/o su impianti elettrici a bassa tensione sotto tensione, affidabilità della persona, senso di responsabilità, capacità di coordinamento di altre persone, ecc.) conferirà ai sensi della Norma CEI EN 50110-1 e della Norma CEI EN 11-27, il riconoscimento di Persona Esperta (PES) o di Persona Avvertita (PAV), nonché l’attestazione della “Idoneità” a svolgere lavori “sotto tensione su impianti a bassa tensione”.

 

CONTATTI

GRUPPO SOI S.p.A. – Divisione SIAL 

Tel. (011) 562 34 54 / 562 36 38 / 562 34 88

sialconsulenza@sialsicurezzalavoro.it

 

Iscriviti online al corso

Richiedi informazioni

Scarica il programma del corso

 

 

Corso rivolto a chi lavora in quota utilizzando Dispositivi di Protezione Individuali (DPI)

 

Il corso per lavori in quota con DPI di 3a categoria  fornisce la formazione obbligatoria prevista dall’art. 77, c.4 lettera h, del D. Lgs. 81/08, con l’obiettivo di:

  • Sensibilizzare i partecipanti alla necessità di preoccuparsi della propria sicurezza e di quella dei colleghi, in modo da esercitare un’efficace azione di prevenzione degli incidenti
  • Analizzare i rischi di caduta a seconda delle aree di intervento
  • Far conoscere ai partecipanti i metodi ed i principi del lavoro lontano dal suolo in sicurezza, riguardanti lo spostamento in verticale ed in orizzontale nonché delle posture di lavoro lontano da terra nel contesto della protezione individuale
  • Abituare i partecipanti al corretto utilizzo dei D.P.I. più appropriati per le diverse attività a rischio di caduta
  • Conoscere le caratteristiche della protezione collettiva.

 

DESTINATARI

  • chi usa carroponte, carrelli elevatori, piattaforme mobile su scala, cestelli, gru
  • ai ponteggiatori, cambi gronda e tutti coloro che si muovono su coperture architettoniche superiori ai 2 metri di altezza: antennisti, tinteggiatori,…
  • a coloro che devono salire e scendere su tralicci (es.: ferrovieri, dipendenti Enel, ….)
  • a chi deve salire e scendere su torri faro o pali con scaletta fissa dotata di anticaduta su rotaia (es.: antennisti, manutenzione ripetitori, impianti sciistici, cambio luci o casse acustiche per illuminazione pubblica o palco per manifestazioni o concerti,….
  • a coloro che si muovono su linee vita già prefissate su struttura fissa o ballatoi (acciaierie, serbatoi dell’acqua, officine meccaniche per riparazione automezzi di una certa altezza, vedi tram, filobus, elicotteri ed aeri,…)
  • a chi deve salire e scendere su scale fisse a muro (cisterne, fognature, silos, ….)
  • a chi è addetto alla movimentazione container.

 

L’aggiornamento è quinquennale, salvo evoluzione di rischi o insorgenza di nuovi rischi (art. 37 comma 6 del D.Lgs. 81/08).

 

ARGOMENTI DEL CORSO

Parte teorica:

  • Analisi del rischio / Studio dell’installazione / Scelta dei DPI / Formazione
  • Norme e leggi: doveri del datore di lavoro e del lavoratore in merito ai DPI
  • Differenze tra salto e caduta – Calcolo teorico: 2000 daN / 600 daN
  • Obiettivo: restare sempre sotto 600 daN
  • Evitare la caduta con l’utilizzo dei DPI
  • I Dispositivi di Protezione Individuale
  • Gli ancoraggi
  • Elementi di collegamento: Anticaduta a cavo, a rotaia, a corda
  • Imbragature: da lavoro e di sicurezza
  • Connettori
  • Cordini
  • Imbracatura.

Parte pratica:

  • Prove Imbragatura , regolazioni, vestizione
  • Verifica dei DPI e loro uso specifico in funzione dei modelli
  • Salita/discesa da strutture carpenteria e scale: movimenti, soste, appoggi, appigli, distribuzione dello sforzo, aspetti psicologici
  • Ancoraggi sulla struttura: verticale, orizzontale, obliqua utilizzando ancoraggi in Cat. B
  • Utilizzo del cordino doppio
  • Utilizzo sistemi di posizionamento
  • Utilizzo anticaduta su supporto flessibile
  • Utilizzo arrotolatore a nastro
  • Utilizzo ancoraggi temporanei in cat. B (fettucce d’ancoraggio)
  • Realizzazione dei nodi principali.

Verifica finale

ARGOMENTI DEL CORSO DI AGGIORNAMENTO

Il programma prevede una parte teorica di 1,5 ore in cui vengono ripresi gli argomenti sopra riportati, e una parte pratica di 2,5 ore.

 

RELATORI

Il corso è tenuto da docenti qualificati – Guide Alpine UIAGM – con specializzazione nei lavori in quota.

 

MATERIALE DIDATTICO

I corsi si svilupperanno sulla base di specifici sussidi audiovisivi predisposti al fine di facilitare il miglior apprendimento delle tematiche oggetto delle lezioni. Il materiale didattico verrà rilasciato ai partecipanti su supporto informatico.

 

ATTREZZATURA

I partecipanti potranno utilizzare attrezzature da lavoro personale e DPI in dotazione. SOI metterà a disposizione un certo numero di attrezzature/DPI complete e conformi ai requisiti del D.Lgs. 81/08, a titolo dimostrativo e addestrativo.

 

DURATA

Il corso ha una durata di 8 ore consecutive, più la verifica di apprendimento che verrà effettuata attraverso un test scritto finale.

Il corso di aggiornamento ha una durata di 4 ore, più la verifica di apprendimento.

 

SEDE

In fase di definizione.

E’ prevista la possibilità di effettuare il corso presso la propria sede aziendale. Si richiede la disponibilità di un’aula per la parte teorica; per la parte pratica occorre la disponibilità di un’area attrezzata con la possibilità di simulare l’attività in quota (es. cestello PLE, trabattello, ecc.).

 

PREREQUISITI

Si ricorda che per poter effetturare le attività definite come lavori in quota è richiesta l’idoneità sanitaria per la mansione che prevede lavori in quota, di ogni partecipante.

 

ATTESTATO DI FREQUENZA

Ad ogni partecipante che avrà frequentato il 90% delle ore del corso, verrà rilasciato un attestato di partecipazione previo superamento del test di verifica finale. 

 

CONTATTI

GRUPPO SOI S.p.A. – Divisione SIAL 

Tel. (011) 562 34 54 / 562 36 38 / 562 34 88

sialconsulenza@sialsicurezzalavoro.it

 

Iscriviti online al corso

Richiedi informazioni

Scarica il programma del corso

 

 

Corso rivolto a chi chi lavora in quota utilizzando di sistemi di accesso e di posizionamento mediante funi

 

Il corso per lavori in quota con funi fornisce la preparazione obbligatoria sancita dall’ art. 116, c.2, del D. Lgs. 81/08. Si rivolge sia chi opera direttamente sia ad altre figure interessate (datori di lavoro, personale di vigilanza ed ispezione ecc.), con lo scopo di fornire agli allievi adeguate conoscenze riguardo i rischi connessi ai lavori in quota, le varie tipologie di DPI (caschi, imbracature, connettori ecc), i sistemi di posizionamento e di accesso mediante funi e le rispettive tecniche operative di utilizzo al fine di accrescere il livello di sicurezza dei lavoratori.

In particolare il corso si rivolge a:

  • chi lavora esclusivamente con l’utilizzo di funi: fissaggio reti, movimentazione massi su scogliera, lavavetri su palazzi, pulitura vani ascensori, verniciatura pali o silos, saldatura di tubature/condotte verticali, manutenzione dighe, fissaggio chiodi anticolombi su facciate di chiese o monumenti artistici,
  • chi effettua operazioni speciali di evacuazione soccorso, addetti impianti sciistici, parchi avventura,…
  • chi si occupa di verniciatura pali di navi
  • coloro che devono eseguire disboscamenti e potature piante alto fusto,…

 

Periodicità dell’aggiornamento: ogni 5 anni.

 

ARGOMENTI DEL CORSO

Parte teorica:

  • Analisi del rischio / Studio dell’installazione / Scelta dei DPI / Formazione
  • Norme e leggi: doveri del datore di lavoro e del lavoratore in merito ai DPI
  • Differenze tra salto e caduta – Calcolo teorico: 2000 daN / 600 daN
  • Obiettivo: restare sempre sotto 600 daN
  • Evitare la caduta con l’utilizzo dei DPI
  • I Dispositivi di Protezione Individuale
  • Gli ancoraggi
  • Elementi di collegamento: Anticaduta a cavo, a rotaia, a corda
  • Imbragature: da lavoro e di sicurezza
  • Connettori
  • Cordini
  • Imbracatura.

Parte pratica:

  • Prove Imbragatura , regolazioni, vestizione
  • Verifica dei DPI e loro uso specifico in funzione dei modelli
  • Salita/discesa da strutture carpenteria e scale: movimenti, soste, appoggi, appigli, distribuzione dello sforzo, aspetti psicologici
  • Ancoraggi sulla struttura: verticale, orizzontale, obliqua utilizzando ancoraggi in Cat. B
  • Utilizzo del cordino doppio
  • Utilizzo sistemi di posizionamento
  • Utilizzo anticaduta su supporto flessibile
  • Utilizzo arrotolatore a nastro
  • Utilizzo ancoraggi temporanei in cat. B (fettucce d’ancoraggio)
  • Realizzazione dei nodi principali.

Verifica finale

 

ARGOMENTI DEL CORSO DI AGGIORNAMENTO

Il programma prevede una durata minima di 8 ore di cui almeno 4 ore di contenuti tecnico pratici.

 

RELATORI

Il corso è tenuto da docenti qualificati – Guide Alpine UIAGM – con specializzazione nei lavori in quota.

 

MATERIALE DIDATTICO

I corsi si svilupperanno sulla base di specifici sussidi audiovisivi predisposti al fine di facilitare il miglior apprendimento delle tematiche oggetto delle lezioni. Il materiale didattico verrà rilasciato ai partecipanti su supporto informatico.

 

ATTREZZATURA

I partecipanti potranno utilizzare attrezzature da lavoro personale e DPI in dotazione. SOI metterà a disposizione un certo numero di attrezzature/DPI complete e conformi ai requisiti del D.Lgs. 81/08, a titolo dimostrativo e addestrativo.

 

DURATA

Il corso viene articolato in quattro giornate, per un totale 32 ore, suddivise in un modulo base teorico-pratico di 12 ore ed in un modulo specifico pratico di 20 ore.

Il corso di aggiornamento ha una durata di 8 ore, di cui almeno 4 ore di contenuti tecnico pratici.

 

SEDE

La parte teorica del corso si effettua presso la nostra sede di Via Brofferio 3 a Torino (vicino piazza Solferino, fermata metro Re Umberto).

La parte pratica verrà effettuata presso siti naturali nelle vicinanze.

E’ prevista la possibilità di effettuare il corso presso la propria sede aziendale. Per la parte teorica si richiede la disponibilità di un’aula; per la parte pratica occorre un’area adeguatamente attrezzata come ad esempio un’area con traliccio.

 

PARTECIPANTI

Per la parte pratica è previsto un rapporto docente/allievo di uno a quattro.

 

PREREQUISITI

E’ richiesta l’idoneità sanitaria per la mansione che prevede lavori in quota, di ogni partecipante.

 

VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE

Al termine del modulo base si svolgerà un questionario a risposta multipla per accedere al secondo modulo. Al termine del modulo specifico avrà luogo una prova pratica di verifica finale. Verrà rilasciato attestato di certificazione conforme al D.Lgs. 235/03 ed alla Conferenza permanente per i rapporti Stato Regioni atto n. 2429 del 26/01/2006.

 

CONTATTI

GRUPPO SOI S.p.A. – Divisione SIAL 

Tel. (011) 562 34 54 / 562 36 38 / 562 34 88

sialconsulenza@sialsicurezzalavoro.it

 

Iscriviti online al corso

Richiedi informazioni

Scarica il programma del corso

 

Corso di formazione generale e abilitante per chi opera o supervisiona lavori in ambienti ristretti o potenzialmente inquinati.

 

Il corso Spazi Confinati e Ambienti Sospetti di Inquinamento comprende due programmi distinti: uno puramente teorico e uno pratico e abilitante. La parte teorica può essere svolta da sola, ma non ha valore abilitante ai sensi della normativa.

Fare clic qui per visualizzare il programma del corso generale.

Fare clic qui per visualizzare il programma del corso abilitante.

 

RELATORI

Gli insegnanti sono professionisti esperti nel settore e Guide Alpine specializzate in lavori in quota.

 

MATERIALE DIDATTICO

Il corso si svilupperà sulla base di specifici sussidi audiovisivi, predisposti al fine di facilitare il miglior apprendimento delle tematiche oggetto delle lezioni. Verranno inoltre illustrati i principali DPI utilizzati per l’attività in luoghi confinati.

 

DURATA E PREREQUISITI

Corso generale di 8 ore: è rivolto agli addetti ai lavori, RSPP, Datori di Lavoro e a tutti coloro che necessitano di approfondire le problematiche inerenti attività lavorative svolte in spazi confinati e ambienti sospetti di inquinamento.

Corso abilitante di formazione e addestramento di 12-16 ore: per lavori in ambienti sospetti di inquinamento e spazi confinati è obbligatorio per tutto il personale compreso il datore di lavoro, che debba svolgere attività lavorativa in tali ambienti.

Per questo corso e’ richiesta l’idoneità sanitaria per la mansione che prevede lavori in spazi confinati, di ogni partecipante.

 

SEDE

Il corso generale e la parte teorica del corso abilitante, si effettuano presso la nostra sede di Via Brofferio 3 a Torino.

La parte pratica di addestramento del corso abilitante verrà effettuata preso la sede del Cliente.

E’ prevista la possibilità di effettuare il corso presso la propria sede aziendale.

Richiedi il corso presso la tua sede

 

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE

Al termine del corso si svolgerà una verifica di apprendimento tramite questionario a risposta multipla al superamento del quale verrà rilasciato attestato di partecipazione.

 

Iscriviti online al corso (parte teorica)

Richiedi informazioni

Scarica il programma del corso (parte teorica)

 

Per il CORSO DI FORMAZIONE ED ADDESTRAMENTO ABILITANTE (12-16 ORE), essendo esso personalizzabile in funzione della particolare situazione del Cliente ed delle sue necessità, si prega di contattare direttamente SOI: verrà emesso un preventivo specifico, in base anche al numero dei partecipanti.

 

CONTATTI

GRUPPO SOI S.p.A. – Divisione SIAL

Tel. (011) 562 34 54 / 562 36 38 / 562 34 88

sialconsulenza@sialsicurezzalavoro.it

 


FORMAZIONE GENERALE (8 ORE)

Il corso si rivolge agli addetti ai lavori, RSPP, Datori di Lavoro, coordinatori e a tutti coloro che necessitano di approfondire le problematiche inerenti le attività lavorative svolte in:

• ambienti sospetti di inquinamento quali pozzi, fogne, cunicoli, camini e fosse in genere , di cui agli articoli 66 e 121 del D.Lgs. 81/08

• ambienti confinati come ad es. tubazioni, canalizzazioni , recipienti quali vasche, serbatoi e simili, silos, ecc., di cui all’allegato IV, punto 3, del medesimo decreto legislativo.

In generale tutti gli ambienti circoscritti caratterizzati da aperture di accesso ridotte e da una scarsa ventilazione naturale sfavorevole in cui per la presenza di agenti chimici pericolosi (gas, vapori, polveri) può verificarsi un grave infortunio.

Si evidenzia che mentre alcuni ambienti confinati sono facilmente identificabili come tali, altri, che ad un primo esame superficiale potrebbero non apparire come confinati, in particolari circostanze potrebbero diventarlo come ad esempio:

• stive delle navi, container, depuratori, camere con aperture in alto, vasche, camere di combustione nelle fornaci e simili, canalizzazioni varie, camere non ventilate o scarsamente ventilate, luoghi anche all’aperto con accesso superiore, scavi profondi a sezione ristretta, ecc.

Il corso ha natura teorica e non comprende l’addestramento pratico richiesto dalla normativa per l’esecuzione di lavori in spazi confinati.

 

ARGOMENTI

  • Accenni alla Normativa di riferimento ( D.Lgs. 81/08, DPR 177/11)
  • Le figure della sicurezza, i principali obblighi del datore di lavoro, del “preposto”, e dei lavoratori
  • Definizione di spazi confinati e caratteristiche
  • Rischi relativi agli spazi confinati
  • Identificazione degli agenti pericolosi: sostanze asfissianti, tossiche, infiammabili ed esplosive
  • Rilevatori di gas e controlli d’uso
  • Comunicazione, controlli, allarmi, piani e procedure di emergenza e di primo soccorso
  • Esempi di ambienti confinati con possibile presenza di agenti chimici infiammabili o esplosivi e analisi di incidenti realmente accaduti
  • Dispositivi di protezione individuale apparato respiratorio:− maschere filtranti: filtri antigas, antiparticelle, filtri combinati− auto-protettori/autorespiratori per la protezione delle vie respiratorie indipendente dall’aria ambiente: ciclo aperto, ciclo chiuso.
  • Dispositivi di protezione della cute
  • Dispositivi di protezione individuale anticaduta:− classificazione− DPI di posizionamento, trattenuta e arresto caduta− sistemi di accesso e posizionamento mediante funi− dispositivi di discesa− imbracature e punti di attacco
  • Evacuazione dell’infortunato all’interno dello spazio confinato tramite sistemi automatici/manuali di recupero d’emergenza operatore come cavalletto cevedale o “capra” ; treppiede con argano su cavo metallico, ecc.

Verifica Finale.

 


CORSO DI FORMAZIONE ED ADDESTRAMENTO PER LAVORI IN AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO E SPAZI CONFINATI ABILITANTE (12-16 ORE)

Corso per la qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi destinati ad operare in ambienti sospetti di inquinamento e ambienti confinati.

Il corso assolve agli obblighi previsti dal DPR 14 settembre 2011 n. 177, in compatibilità al D.Lgs.81/08, inerenti alla specifica informazione e formazione sui fattori di rischio relativi agli ambienti sospetti di inquinamento o confinati. L’obbligo è per tutto il personale, compreso il datore di lavoro, che debba svolgere attività lavorativa in tali ambienti.

In particolare il corso si rivolge a lavoratori dipendenti e autonomi, nonché datori di lavoro, destinati ad operare in:

• ambienti sospetti di inquinamento quali pozzi, fogne, cunicoli, camini e fosse in genere , di cui agli articoli 66 e 121 del D.Lgs. 81/08

• ambienti confinati come ad es. tubazioni, canalizzazioni , recipienti quali vasche, serbatoi e simili, silos, ecc., di cui all’allegato IV, punto 3, del medesimo decreto legislativo.

In generale è rivolto a coloro che lavorano negli ambienti circoscritti caratterizzati da aperture di accesso ridotte e da una scarsa ventilazione naturale sfavorevole in cui per la presenza di agenti chimici pericolosi (gas, vapori, polveri) può verificarsi un grave infortunio.

Il programma del corso, in conformità al D.Lgs. 81/08, al DPR 177 e alle linee guida ISPESL sugli ambienti confinati, comprende una parte teorica di 8 ore più una parte pratica di addestramento di 4-8 ore, a seconda che vengano utilizzati solo DPI anticaduta + maschere filtranti o anche autorespiratori.

ARGOMENTI

Parte Teorica (8 ore)

  • Accenni alla Normativa di riferimento ( D.Lgs. 81/08, DPR 177/11)

  • Le figure della sicurezza, i principali obblighi del datore di lavoro, del “preposto”, e dei lavoratori

  • Definizione di spazi confinati e caratteristiche

  • Rischi relativi agli spazi confinati

  • Identificazione degli agenti pericolosi: sostanze asfissianti, tossiche, infiammabili ed esplosive

  • Rilevatori di gas e controlli d’uso

  • Comunicazione, controlli, allarmi, piani e procedure di emergenza e di primo soccorso

  • Esempi di ambienti confinati con possibile presenza di agenti chimici infiammabili o esplosivi e analisi di incidenti realmente accaduti

  • Dispositivi di protezione individuale apparato respiratorio:

    − maschere filtranti: filtri antigas, antiparticelle, filtri combinati

    − auto-protettori/autorespiratori per la protezione delle vie respiratorie indipendente dall’aria ambiente: ciclo aperto, ciclo chiuso.

  • Dispositivi di protezione della cute

  • Dispositivi di protezione individuale anticaduta:

    − classificazione

    − DPI di posizionamento, trattenuta e arresto caduta

    − sistemi di accesso e posizionamento mediante funi

    − dispositivi di discesa

    − imbracature e punti di attacco

  • Evacuazione dell’infortunato all’interno dello spazio confinato tramite sistemi automatici/manuali di recupero d’emergenza operatore come cavalletto cevedale o “capra” ; treppiede con argano su cavo metallico, ecc.

Parte Pratica (4-8 ore)

Esercitazioni pratiche di ingresso in spazi confinati con DPI anticaduta e DPI di protezione della vie respiratorie. Evacuazione dell’infortunato all’interno dello spazio confinato tramite sistemi automatici/manuali di recupero d’emergenza operatore come cavalletto cevedale o “capra” ; treppiede con argano su cavo metallico, ecc. La durata della parte pratica può essere di 4 o 8 ore a seconda che vengano utilizzati solo DPI anticaduta+maschere filtranti o anche autorespiratori.

Verifica Finale.

 

 

Articoli


Gruppo SOI - Divisione SIAL - Via Brofferio 3, 10121 Torino - Tel. 011 5623454 - Fax. 011 5629090 - P. IVA 02774280016