08.02.18 COMPITI DEL DATORE DI LAVORO SUL PRIMO SOCCORSO E PREVENZIONE INCENDI

Dall’Ispettorato del Lavoro chiarimenti sui compiti del datore di lavoro sul primo soccorso e prevenzione incendi.

L’Ispettorato del Lavoro, con circolare n. 1/2018 dell’ 11/01/2018, ha fornito indicazioni operative sulla corretta applicazione della disposizione di cui all’articolo 34, comma 1, del decreto legislativo n. 81/2008 relativa allo svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di primo soccorso, prevenzione incendi e di evacuazione.

Precedentemente era consentito lo svolgimento diretto dei compiti di primo soccorso, di prevenzione incendi e di evacuazione, da parte del datore di lavoro solo nelle imprese fino a cinque lavoratori.

Ora, al contrario, viene riconosciuto anche a quelle aziende con più di cinque lavoratori il vantaggio di avere un datore di lavoro in possesso della formazione prevista per gli addetti antincendio e per addetti al primo soccorso.

Il fatto che il datore di lavoro, con una precedente e adeguata formazione, possa svolgere in prima persona le attività sopra descritte, non gli consente di operare in totale libertà nell’attuazione di tali compiti. Esso, infatti, dovrà avvalersi di lavoratori incaricati dell’attuazione di queste misure, che vanno designati in numero adeguato e sufficiente alla natura dell’azienda, alla dimensione e ad altre caratteristiche. Vengono escluse le realtà aziendali considerate comunque a rischio.

Gruppo SOI - Divisione SIAL - Via Brofferio 3, 10121 Torino - Tel. 011 5623454 - Fax. 011 5629090 - P. IVA 02774280016